STEVE WYNN ITALIA

Steve Wynn Italian Fansite

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Diary 2011-04-04 - The Road To Portland

2011-04-04 - The Road To Portland

4-3Non capita spesso che ci si trovi a condividere un palco con un ex vincitore del premio Cy Young ed un membro fondatore dei Flamin' Groovies nella stessa settimana, ma questo è esattamente quello che è successo durante il nostro tour di quattro giorni in California assieme agli oltre 100 brani suonati, le diverse dozzine di burritos mangiate, gli innumerevoli vecchi amici visti, l’uscire con la famiglia (che sarei io) e la una registrazione per il canale Extra-tv che andrà in onda la prossima settimana.

 

 

4-5Credo che avrei potuto lasciare le cose così. Forse dovrei lasciare le cose così. D'altra parte, siamo nel bel mezzo di un viaggio di 12 ore da San Francisco a Portland e la fine della strada è ancora lontana. Noi siamo benedetti per il fatto che il furgone ha il WiFi, il che significa che trascorriamo gran parte del giorno controllando i risultati del baseball, leggendo le news, aggiornandoci con le e-mail e con il solito carico di riviste, libri, ascolto di musica e piaceri della conversazione. Linda ha acquistato un DVD di Kenny Rogers intitolato McShayne all’ultima sosta che abbiamo fatto e penso che potrebbe essere il nostro destino guardarlo, quando avrà fatto buio. Ma non è ancora buio. Ma sta arrivando.

 

4-2Sì, è vero. Jack McDowell, votato miglior pitcher per la sua stagione del 1993 con i Chicago White Sox che è anche il soggetto della nostra canzone "The Yankee Flipper" era al nostro show a San Diego ed è stato trascinato sul palco per verificare la realtà del riassunto musicale di Scott di una selvaggia festa newyorkese con due di loro, Mike Mills e Dennis Diken che è finita in un Black Jack ed una brutta giornata allo Yankee Stadium deludendo i fans. Jack ha ammesso che era tutto vero e che doveva ancora far sentire la canzone ai suoi due figli e lla squadra di baseball che allena attualmente. Egli ha poi indossato una delle nostre t-shirts del Baseball Project sotto la sua divisa per la partita seguente il giorno dopo il nostro show ed I suoi bambini bambini hanno interrotto una lunga striscia di sconfitte. Credo che indosserà la maglietta fino a che la sua squadra non perderà di nuovo. Vai Jack vai!

Sì, è vero. Roy Loney, cantante originale dei Flamin' Groovies era al nostro show a San Francisco allo  Slim's ed è salito sul palco con noi per I bis cantando il suo classico classic "Teenage Head." Solitamente faccio questo brano con la band per cui sono stato contento di cedere il micorfono a Roy, I usually sing that song with the band and was glad to turn over the mic to Roy, traendo una lezione nella frenesia e mania getting a lesson in the frenzy and mania possibile con la melodia. Ho preso note, credetemi. Note mentali. Ma ad ogni modo note.

Sì, è vero. Per I concerti a San Diego, Los Angeles e Goleta (vicino Santa Barbara) siamo stati raggiunti dal nostro vecchio amico Robert Lloyd (che ha anche suonato sul nostro nuovo album) per alcuni belle note d’organo così come per la sua bonarietà. Robert nel corso degli anni ha condiviso il palco con tutti noi  (specialmente con me, certamente) e si è inserito senza problemi, trasformando le nostre fondamenta in un roux più denso, fornendo così una robusta e più saporita base su cui aggiungere gli altri ingredienti.

Oh, il soggetto è diventato il cibo. Scusatemi.

4-1Ecco il punto. Ogni membro di questo party itinerante am ail cibo messicano e non ha problemi a mangiare tre pasti al giorno, per cui gli highlights della settimana per quello che riguarda il cibo sono stati principalmente cose che esistono all’interno o in prossimità di una tortilla. Non c’è niente di meglio che La Super Rica a Santa Barbara ma abbiamo mangiato buon cibo anche a San Clemente, Arbuckle (non sto scherzando) e San Luis Obispo. Oh, poi c’è stata la missione burrito alle 2 di mattina dopo il concerto  a El Farolito a San Francisco, che non era strettamente necessaria ma assolutamente essenziale.

 

 

4-6Sì, penso di stare diventando un po’ incalzante con queste strade a zig-zag, l’elevazione (stacca la spina, orecchie, stacca!) e le miglia coperte in questa scatola di metallo. Penso che sia ora di firmare ed andare a vedere cosa stanno facendo i miei compagni di viaggio. Magari mi sto perdendo qualcosa di buono. Oh guarda! Mary ha alcuni biscotti a forma di panda. A dopo.